10 mesi di Profitti in Borsa

Banconote e Monete Euro. Nel Portafoglio Criptovalute vengono elencate anche le Crypto derivanti da Fork, come Bitcoin Gold.
Banconote e Monete Euro.

Come anticipato nel Rendiconto di Giugno, abbiamo preparato un riepilogo dell’operatività condotta insieme a voi da Settembre 2013, data di lancio del sito.

Premessa

Per i “nuovi arrivati”: Zen-Trader.com è un “diario di bordo” dove il sottoscritto pubblica, giorno per giorno, la propria reale operatività di Borsa sull’Indice FTSE MIB; lo seguiamo attraverso 2 distinti Sistemi, il Trading System di Breve-Brevissimo, e il Trend Indicator. Qui trovate una descrizione del nostro servizio, qui e qui ulteriori info ed indicazioni per seguire la nostra operatività.

Perché seguirci?

Offriamo un servizio improntato alla massima professionalità. Si può avere un’idea dell’apprezzamento ricevuto da coloro che ci seguono già da tempo, e del livello di supporto offerto, dando un’occhiata al nostro Forum. Gli Utenti sanno di poter contare sul fondamentale principio della condivisione del rischio, in quanto i Trades proposti sono gli stessi che eseguiamo in prima persona (e non generati da TS creati “ad hoc” per vendere Segnali, e dunque abbonamenti), tant’è che siamo online da quasi un anno, mettendoci la faccia ogni giorno. Il nostro interesse è avere quindi dei Sistemi sempre ben funzionanti ed affinare progressivamente la nostra operatività, per avere in prima persona una certa costanza di Profitti, con la convinzione che Segnali funzionanti e la dovuta serietà genereranno anche un Cliente soddisfatto e interessato al servizio, quando questo diverrà necessariamente a pagamento. E a noi questo approccio NON pare sia la norma nel mondo dei Segnali di Borsa, tutt’altro.
Ma adesso veniamo ai risultati sin qui conseguiti:

Operatività dal 5 Settembre 2013 al 1° Luglio 2014

Rendimenti 10 Mesi T.I. 250 (Punti FIB)

Il Trading System si conferma uno strumento molto “stabile”, in quanto viene ulteriormente confermata la sua “media” tipica di affidabilità (massimo 2-4 mesi all’anno in Loss), e in 10 mesi porta a casa 5.060 punti FIB. Il Trend Indicator, come scritto mesi addietro, veniva da un periodo eccezionale di Segnali esatti consecutivi, se ne vede l’ultima “coda” a Settembre e Ottobre 2013: a tal proposito ricordiamo che vengono conteggiati come esatti solo quelli che portano al conseguimento di un Profitto di almeno 250 punti FIB, come spiegato qui. Infatti in questi ultimi mesi la media storica di Segnali esatti è leggermente scesa dall’81 al 79,3%, ma ultimamente è in risalita e tende a tornare all’80%. In ogni caso si sono persi in tutto 10 punti FIB. Tra i nostri Utenti c’è chi segue solo il TS, e chi solo l’Indicatore (che ha il vantaggio di una bassissima frequenza di Segnali, ideale per chi non può o non vuol perdere molto tempo con la Borsa, oppure sta muovendo i primi passi nel mondo del Trading); poi c’è anche chi li segue entrambi, replicando quindi esattamente l’operatività del sottoscritto: in questo caso il guadagno totale dei 2 Sistemi è stato di 4.520 punti FIB. C’è da considerare che noi conteggiamo come errato persino un Segnale che arrivi ad un Gain di 245 punti FIB, cioè appena un tick in meno del Target (l’esempio è riportato qui, alla domanda:
“In quali casi un Segnale viene conteggiato come errato?”). E in effetti nel conteggio di questi 10 mesi ci sono stati questo e alcuni altri casi, in cui una volta scattato il Segnale, c’è anche stata spinta nella direzione “giusta”, poi però il FIB è “tornato indietro” poco prima del Target, così che il potenziale guadagno si è trasformato in Loss (mediamente ampio, in quanto il Trend Indicator si mantiene “largo” e i Reverse sono a volte abbastanza distanti). Di qui il risultato finale leggermente negativo nonostante la stragrande maggioranza di Segnali esatti che ci sono stati in questi 10 mesi. Ricordiamo infatti che l’Indicatore vanta una media storica dell’80% circa di Segnali esatti (il che significa che ognuno di questi ha fruttato 250 punti FIB). Noi però mesi fa abbiamo cambiato leggermente taratura all’Indicatore e, soprattutto, eseguito dei Backtest anche per un Target Profit a 150 punti, verificando che in tal caso i Trades chiusi in positivo salgono al 90-91% circa, in particolare si arriva al 95-97% considerando i soli Segnali Short (il che si spiega anche considerando la tendenza molto negativa della Borsa Italiana sino al 2012). Ma quali sarebbero stati i risultati adottando tale Target?

Operatività utilizzando l’Indicatore con Target Profit a 150 punti FIB

Rendimenti 10 Mesi T.I. 150 (Punti FIB)

Notiamo quindi come i risultati di questi 10 mesi cambino diametralmente: non solo diverse volte si sono verificati dei Gap, per cui si sono comunque presi più di 150 punti a Trade, ma anche diversi Trades fonte di Loss col Target a 250, si sono chiusi in positivo. A Febbraio abbiamo ZERO perché i 150 punti del relativo Segnale dell’Indicatore (scattato a Gennaio) sono stati conseguiti entro la fine di quel mese; viceversa con i 250 punti il Trade è rimasto aperto anche ad inizio Febbraio, per poi andare in Loss. Veramente interessante quindi questo risultato di 2.440 punti FIB conseguiti con soli 17 Segnali dell’Indicatore (16 Trades in Gain e solo 1 in Loss). N.B. I valori di Giugno 2014 dell’Indicatore includono, su entrambe le tabelle, costi di Rollover sostenuti in tale occasione (75 punti).

Risultati in Euro

Poiché abbiamo notato che diversi siti concorrenti che operano col FIB, pubblicano i risultati direttamente in Euro, ecco di nuovo le tabelle di prima, espresse però nella nostra valuta anziché in punti FIB (secondo l’equivalenza: 1 punto di 1 Contratto FIB = 5 Euro).

Come si può notare, in entrambi i casi si tratta di risultati molto interessanti:

Rendimenti 10 Mesi T.I. 250 (Euro)

Rendimenti 10 Mesi T.I. 150 (Euro)

Conclusioni

Riguardo l’Indicatore, ultimamente il sottoscritto si è orientato per l’affiancamento di una seconda posizione: ad ogni Segnale aprirà la “solita” posizione con Target Profit a 250 punti, e in più una seconda posizione con Target a 150 punti, diminuendo in tal modo l’incidenza della fase sfavorevole ai 250 punti (qualora dovesse protrarsi), e massimizzando i Gain nelle fasi positive, grazie alla doppia posizione. Ricordo che il Trend Indicator è un Sistema per il Trading Discrezionale, dove le decisioni sono demandate all’esperienza del singolo Trader (si può ad esempio optare per 1 posizione e “andare” per i 150 punti godendo così di un’affidabilità unica, il che può contribuire a rafforzare la Disciplina nel Trader, specie se neofita o nuovo dei nostri Sistemi); ad ogni modo, poiché Rendiconti e sito in generale rispecchiano l’operatività ufficiale del sottoscritto, da fine Luglio si terrà conto della doppia posizione.

Le novità per il futuro

A fine 2013 avevamo annunciato diverse novità per l’anno nuovo, e infatti nella prima metà del 2014 abbiamo proposto ai nostri affezionati Utenti:

  • Ri-taratura del Trend Indicator, ora più facile da utilizzare grazie ad un solo orario di verifica in orario lavorativo (ore 13:00).
  • Le statistiche e gli studi effettuati sul Target a 150 punti.
  • The Zen Trader’s Times, il nostro magazine online d’informazione; ogni singolo Articolo viene letto, selezionato ed eventualmente approvato, quindi non si tratta di una semplice replica di Articoli che si trovano in giro sulla Blogosfera, ma di una selezione di quelli che reputiamo più interessanti ogni giorno.

Cosa aspettarsi per il futuro?

Un nuovo Trading System… ci sto già lavorando. Naturalmente lo testerò dal vivo per alcuni mesi, prima di proporne i Segnali nei Report (così come ho osservato dal vivo da Marzo l’andamento dell’Indicatore con i 150 punti, prima di fare entrare tale Target nella mia operatività ufficiale). Visto come “lavorano” altri siti che vendono Segnali, ci tengo a sottolineare una volta in più, che qui non proponiamo Segnali usciti da Backtest magari ultimati poche ore prima…

Lascio aperto lo spazio Commenti su questa Pagina, per qualsiasi domanda ci vorrai fare. Se quest’Articolo ti piace, reputi il nostro servizio interessante o semplicemente vuoi ringraziarci per il nostro lavoro, metti “Mi Piace” su Facebook, fai +1 su Google+ o Twittalo con i pulsanti posti qui sotto, e non dimenticarti di aggiungere meZen-Trader alle tue cerchie Google+… Grazie!

Stefano Oriani su Google+  http://google.com/+StefanoOrianiZTAggiungimi alle tue cerchie su Google+

Zen Trader su Google+ http://google.com/+ZenTraderZT

Aggiungi Zen Trader alle tue cerchie su Google+

Notifica di
Davide V.
Member
Davide V.

Che dire… I numeri parlano da soli ;)
Interessante la proposta di usare il Trend Indicator con due contratti… E resto in attesa del nuovo TS, magari intraday? :))

Gabriele M.
Member
Gabriele M.

Ringraziamenti a ZEN
Perchè ha scritto: quando questo diverrà necessariamente a pagamento ! Necessario ! Se lo utilizzate per fare trading anche voi direttamente non capisco l’ “obbligatorietà” del passare a pagamento. Ci tengo a precisare che NON mi lamenterei comunque se passa a pagamento è sola curiosità la mia …… sennò finiamo che mi attaccano subito, come l’altra volta, senza averne capito il senso.
BUon lavoro.
Sono curioso del NUOVO ts !

Davide V.
Member
Davide V.

Beh…. Secondo te perché Stefano dovrebbe fare tutto questo lavoro di notifica e rendicontazione, gratis???

Davide B.
Guest
Davide B.

Dai Gabriele però… poi dici che ti attaccano senza capire il motivo…!!! Ma scusa, uno si sbatte, crea un sito, si prende la briga di regalare per un anno i segnali del suo ts (cosa che fanno in pochissimi!!… anzi di solito chi ha un buon sistema se lo tiene stretto!), crea un servizio twitter per essere veloce nella comunicazione, ecc.ecc….e poi che fa?? Continua a regalare i segnali per sempre…? e dopo…?? Ti porta anche la colazione a letto con un bacino?? Dai……su….siamo seri!! Sempre senza offesa, si intende…;-))