Voleva Solo Vendere la Pizza (Stato Ladro, Vigliacco e Assassino)

Eduardo De Falco, pizzaiolo a Casalnuovo (NA), si è suicidato. Ispettori INPS gli avevano comminato 2000 Euro di multa perché la moglie era senza contratto.
Eduardo De Falco, pizzaiolo a Casalnuovo (NA), si è suicidato. Ispettori INPS gli avevano comminato 2000 Euro di multa perché la moglie era senza contratto.

AGGIORNAMENTO DEL 21/02/2014 Ore 11:30

Mentre a Pomigliano d’Arco sono in corso i funerali di Eddy, pubblichiamo un aggiornamento e alcune foto.
Intanto, alcuni colleghi commercianti hanno annunciato che denunceranno gli ispettori per istigazione al suicidio.

Eduardo De Falco pizzaiolo Speedy Pizza Casalnuovo

da Repubblica NAPOLI

Confcommercio Napoli punta il dito contro Enti locali, Equitalia e fisco che “costringono ad uno stato di ansia permanente” i piccoli imprenditori, già in difficoltà per la crisi e le difficoltà nell’ accesso al credito.

Eduardo De Falco pizzaiolo Speedy Pizza Casalnuovo

“Conoscevo Eduardo De Falco – dice il vicepresidente di Confcommercio Napoli, Gaetano Coppola, anche lui residente a Casalnuovo – era un gran lavoratore e faceva un prodotto ottimo.

Era un uomo molto equilibrato. Se ha deciso di togliersi la vita è perchè non reggeva più alle difficoltà economiche e la multa è stato l’ultimo colpo. La sua morte si aggiunge a quella di altre decine di commercianti che si sono suicidati per l’impossibilità di dialogare con il fisco, con gli enti locali, e con gli uffici che recapitano multe e cartelle esattoriale che richiederebbero almeno una rateizzazione, che spesso è impossibile chiedere”.

Confcommercio annuncia una manifestazione di protesta, che potrebbe diventare una serrata – aggiunge Coppola – e promette aiuto alla moglie ed ai tre figli del commerciante morto suicida. “L’imprenditore viene visto dal fisco come un truffatore- aggiunge Coppola – e viene ferito nella sua dignità di uomo. Ci vorrebbe un ufficio di mediazione con il fisco, un momento di incontro tra le parti per ottenere una dilazione o almeno una rateizzazione dei pagamenti. Diversamente, i suicidi continueranno”.

Un cartello con la scritta “Non siamo ladri, nè sfruttatori”, ed una corona di orchidee, con la firma “Tutti i commercianti” sono stati collocati davanti al panificio-pizzeria di Eduardo, “Eddy” De Falco, al Corso Umberto I di Casalnuovo, centro alle porte di Napoli.

(continua a leggere più sotto)
________________________________________________________________________________________________________

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’Autore, FunnyKing – che ringraziamo – e non
necessariamente rappresenta l’opinione di Zen-Trader.com. Siamo lieti di ospitare i contenuti dei
migliori Bloggers di Finanza ed Economia. A presto con nuovi, interessanti articoli!
________________________________________________________________________________________________________

dal Corriere del Mezzogiorno

NAPOLI – Gli arriva una multa dell’Ispettorato del lavoro di poco più di duemila euro. E un pizzaiolo di Casalnuovo (Napoli), Eduardo De Falco, 43 anni, per tutti «Eddy», titolare di «Speedy pizza», un panificio-pizzeria al Corso Umberto I, sposato con tre figli, non regge e si uccide inalando i gas di scarico della sua automobile.

RIFERIMENTO PER I COLLEGHI – L’uomo era conosciuto come un gran lavoratore, riferimento costante per gli altri commercianti, ma gli affari non andavano bene. L’ arrivo del verbale sarebbe stato il colpo di grazia psicologico. La morte di Eduardo ha suscitato un sentimento di forte commozione nel centro a nord di Napoli. Alcuni commercianti sono scesi in strada tenendo in mano dei cartelli e chiudendo i loro esercizi.

TROVATA LA MOGLIE SENZA CONTRATTO – Eddy indossava i vestiti da lavoro quando ha deciso di farla finita. Il titolare di «Speedy Pizza» – secondo quanto ha riferito il fratello – ha fatto ritorno dal lavoro verso le 5 ed ha parcheggiato l’auto sotto la propria abitazione, al Corso Umberto I. Poi ha collegato con un tubo di gomma lo scarico dell’auto all’abitacolo ed ha inalato il gas di scarico che lo ha ucciso. A casa lo aspettavano la moglie ed i suoi tre figli, una ragazzina di 14 anni Denise (a cui aveva dedicato una pizza in menu) e i gemelli di 5. La sua piccola impresa rischiava la chiusura – raccontano ai giornalisti alcuni amici – dopo la visita dell’Ispettorato del lavoro, avvenuta martedì scorso. Gli ispettori del lavoro avevano trovato la moglie, intenta ad aiutarlo nella pizzeria-panificio aperta qualche anno fa e gli avevano contestato che la donna non avesse un contratto di lavoro. Di qui la multa di 2000 euro, che il 38enne panettiere avrebbe dovuto pagare in pochi giorni, con il rischio, in mancanza, di chiusura dell’attività commerciale. «Ma soldi non ce n’erano – riferiscono alcuni amici – ed Eddy si era rivolto al fratello, cassaintegrato della Fiat di Pomigliano e componente della Rsa, che non aveva disponibilità economica, ma gli aveva promesso che avrebbe trovato la soluzione. Un altro familiare, invece, si era offerto di pagare la multa al posto suo. »Ma Eddy non ha retto – concludono gli amici -, e stamattina ha fatto ciò che ha fatto. Assurdo»…..

Ora provate ad immaginare una piccola azienda famigliare che tenta di sopravvivere, la moglie che magari ogni tanto trova il tempo di aiutare il marito. Un bel giorno arriva lo Stato Ladro e nel nome della legge, appioppa una bella multa da 2000€ da pagare in pochi giorni pena la chiusura.

Povero Stato Ladro, deve fare il budget e dunque giù di ramazza, ammazzateli tutti i lavoratori autonomi evasori.

Certo lo Stato Vigliacco la stessa ramazza non si azzarda ad usarla in una pizzeria in certi quartieri o viuzze dove ti può capitare anche di finire in un pilone di cemento se solo ci provi. NO li no, troppo difficile e pericoloso.
Lo Stato Ladro, Vigliacco e Assassino se la prende con si rompe la schiena alla luce del sole, senza protezioni.

Guai alle mogli se si azzardano ad aiutare il marito in pizzeria, guai se il marito non paga i contributi….. ma non
per la moglie, no, quei contributi servono ai parassiti bastardi che infestano l’Italia.

Che paese di merda.

.

Commenta l’articolo su Rischio Calcolato

.

Notifica di
marco roma
Guest
marco roma

è proprio un paese di merda, come tutti i codardi se la prende con gli indifesi e si guarda bene dal danneggiare i forti (ricconi/truffatori/furboni/delinquenza allo stato puro con incarichi di prestigio)
di Eddy purtroppo ce ne sono tanti, ma nessuno li caga, ormai anche il suicidio non fa più notizia, questo paese di merda ci si è abituato.