L’ultima Idiozia del Fisco: ricevi soldi dall’estero? Ed io ti trattengo il 20%…Tiè!

Arbeit Macht Frei - L’ultima Idiozia del Fisco: ricevi soldi dall’estero? Ed io ti trattengo (preventivamente) il 20%…Tiè!
Arbeit Macht Frei - L’ultima Idiozia del Fisco: ricevi soldi dall’estero? Ed io ti trattengo (preventivamente) il 20%…Tiè!

Questo articolo NON è dedicato ai possessori di C/C legali all’estero (come si potrebbe pensare)… TUTTI possono essere colpiti da quest’ IDIOZIA del Fisco. Leggi e saprai perché…

Ne avevamo già fatto cenno in un ns. articolo del 9 Gennaio …

… Mentre oggi Stefano Bassi, che ne già aveva parlato, approfondisce l’argomento (vedi sotto)…
… anche il Blog di Beppe Grillo (leggi: I tafazzi del governo) mette in evidenza quest’ennesima assurdità tutta italiana, sottolineando tra l’altro che il rientro dei capitali degli evasori (“Scudo Fiscale”) fu tassato al 5%,quello degli onesti cittadini viene ora tassato al 20% … speriamo che portare alla massima visibilità la questione (per ben 2 mesi ignorata da tutti i giornali e le TV a libro paga) serva a qualcosa… (continua a leggere più sotto)

________________________________________________________________________________________________________

Il contenuto dello scritto che segue esprime il pensiero dell’Autore, Stefano Bassi – che ringraziamo – e non
necessariamente rappresenta l’opinione di Zen-Trader.com. Siamo lieti di ospitare i contenuti dei 
migliori
Bloggers di Finanza ed Economia. A presto con nuovi, interessanti articoli!
________________________________________________________________________________________________________

Il Fisco di un Paese Fallito
si è inventato l’ultima folle idiozia…o se preferite l’ultima trovata criminogena.
Ricevi soldi dall’Estero?
Ti trattengo il 20%!
Preventivamente…
E poi caxxi tuoi recuperarli, se anche non fossero dovuti…
e comunque con i tempi biblici che caratterizzano lo Stato italiano…
Il tutto nel contesto di un Mondo sempre più Globalizzato
e di un’Italia che in teoria sarebbe parte della cosiddetta Unione Europea…

Una premessa:
mentre tutti dormivano, Io e Mercato Libero ne stavamo già discutendo il 26 dicembre scorso, valutando tutte e implicazioni e le possibili soluzioni.
Mercato Libero della trattenuta del 20% sui B.B. dall’estero ne parlò più volte nel suo blog già 50 giorni fa e mise insieme addirittura una “unità di crisi” per fornire consulenza in merito. Onore al Merito!
Adesso, a scoppio ritardato, l’ultima Follia di Befera&soci viene sbattuta sul Sole24ore, sul Corriere e tutti ne parlano.
Come sempre l’Informazione Indipendente anticipa i tempi e ti da la possibilità di muoverti per tempo (ecco
perché va sostenuta attivamente)

mentre l’informazione mainstream ti racconta sempre le cose troppo tardi, a babbo morto….

PRIMA DI TUTTO:
(se potete evitarlo…) NON FATEVI O NON FATEVI FARE NESSUN BONIFICO DALL’ESTERO SUL VS. C/C ITALIANO
SE PRIMA NON AVESTE CONSULTATO LA VS. BANCA IN ITALIA ED IL VS. COMMERCIALISTA…
Ma “la genialata” potrebbe colpire anche CHI meno se lo aspetta…pertanto leggete ben bene questo Post fino
in fondo
Altrimenti……………………..

rischiate di vedervi PIPPARE il 20% anche se non è dovuto e di patire parecchi patemi prima di riaverlo indietro (forse)….Non perdo tempo a descrivervi la “COSA”…che meriterebbe di essere studiata ad un corso di Psichiatria Fiscale&Bancaria
ma passo la palla ad una puntuale descrizione che usa i toni giusti rispetto alle tante descrizioni patinate “di regime” che leggiamo in questi giorni sui giornaloni….Poi vi farò alcune mie osservazioni
e valuteremo insieme le più svariate RAMIFICAZIONI che NON sono così scontate…tanto che potrebbero colpire pure VOI che pensate non vi riguardi…;-)
ed i giornali non ve le dicono…

Nuova stretta sui conti correnti per gli italiani.
Dal primo febbraio, ma la notizia la si apprende dai media solo negli ultimi due giorni, ricevere un bonifico dall’estero diventa un vero e proprio salasso per i correntisti del Belpaese.
Per non parlare delle rogne burocratiche che aggiungono altre scartoffie a un ingranaggio, quello dell’amministrazione italiana, già poco oleato.
La legge, in pratica, obbliga le banche ad applicare una ritenuta del 20% sui bonifici provenienti dall’estero alle persone fisiche.
Con questa ultima trovata, il governo italiano ha il giusto escamotage per rastrellare liquidità in questo periodo di vacche magre.
La giustificazione del legislatore è molto semplice: il prelievo del 20% sarebbe doveroso in quanto ogni bonifico estero su persona fisica potrebbe essere considerato frutto di una componente reddituale imponibile.
Ovviamente la ritenuta d’acconto, di una percentuale davvero spropositata paragonabile a un’Iva, che non va a toccare le società o le persone fisiche che detengono un’attività lavorativa autonoma o che dimostrino che l’importo ricevuto sia di natura patrimoniale e non reddituale.
In quest’ultimo caso il contribuente dovrà presentare in banca un’autocertificazione preventiva sulle movimentazioni finanziarie.
Autocertificazioni che, ad ora, non hanno nemmeno un modello.
Per questo è possibile che l’intermediario sia tenuto a chiedere, come prova dell’autocertificazione, l’esibizione del quadro RW per dimostrare da quale attività giungano le somme in entrata e far quadrare il cerchio.
Il disagio maggiore resta, sicuramente per il correntista, ma lo Stato italiano regala un bel da fare anche agli istituti di credito.
Le banche, infatti, si troveranno immerse da pratiche di dichiarazione per l’esonero di pagamento e, tutti i 16 del mese a partire da luglio, dovranno versare con un conguaglio tutte le somme percepite dai versamenti della ritenuta.
Tra controllo dei prelievi, limite del contante, imposizioni e voluntary disclosure In Italia il sistema fiscale sta scatenando un inferno. ……

Il solito italiota della “generazione 5000eur sul c/c” penserà tutto goduto:
Ficooooo! Così colpiamo gli evasori brutti cattivi e soprattutto benestanti che si fanno arrivare soldi dall’estero…e per non sbagliare colpiamo PREVENTIVAMENTE TUTTI…
Però mi viene il dubbio che questa volta persino l’Italiota più italiota possa avere qualche vago sussulto di consapevolezza…e sapete perchè?
Semplicemente perchè verrà COLPITO ANCHE LUI….;-)

Volete degli esempi?

Nota: alcuni di essi sono delle IPOTESI (purtroppo…) molto verosimili, ma necessitano ancora di conferma perchè la legge ha dei contorni non chiari.

– Uno studente d’ingegneria figlio di contadini ha messo su un bel Forum Geek di tecnologia e si fa i suoi 4.000
euro all’anno di pubblicità Google Adsense.
Ebbene…scoprirà che i B.B. che gli arrivano tutti i mesi e che gli permettono di fare delle belle spesucce che
fanno girare un po’ i consumi interni già depressi….malauguratamente arrivano da Google Ireland…e ZAC! -20%
di ritenuta preventiva….

E poi saranno cazzi suoi tenere tutta la documentazione, inserire le ritenute nel suo quadro fiscale e cercare di scalarle dalle tasse….
– Il cassa-integrato con 3 figli piccoli ha un cugino che dalla Germania ha deciso di aiutarlo ed ogni mese gli manda via BB delle rimesse…. e ZAC, 20% di ritenuta preventiva…
Ci penserà poi il fiscalista di Ninuzzo, il figlio più piccolo a gestire la cosa…
– La Casalinga informatizzata di Scurzolengo si vende via E-bay un colino di rame della nonna, glielo compra un francese che le fa un BB per pargarlo….e ZAC! -20% di ritenuta preventiva
– Se fai un trasferimento da un conto Paypal, che mediamente usano soprattutto i ragazzini, su una carta ricaricabile emessa da una società italiana e dotata di un proprio codice IBAN….e ZAC! -20% di ritenuta preventiva…
– Molte banche non accettano ancora l’autocertificazione perchè sono talmente inkasinate da questa ultima puttanata del fisco che dunque non vogliono rischiare…
Ergo…se tu hai un conto LEGALE all’estero aperto magari quando l’euro rischiava seriamente di saltare e tu volevi giustamente cercare di proteggerti…
ed adesso vuoi far rientrare legalmente 20mila euro in Italia di cui hai urgenza per far operare tua Nonna che
nella Sanità Pubblica starebbe in lista d’attesa per due anni ….e ZAC! -20% di ritenuta preventiva…
e poi, quando accetteranno l’autocertificazione,…forse con calma recupererai il maltolto..
Nota: Pensate anche alla puttanata autolesionistica di questo Stato fallito…perchè con l’euro che è stato tamponato da Draghi, con tutti che credono che Renzi sia il Salvatore…molta gente che aveva messo legalmente i soldi all’estero li avrebbe fatti rientrare..mentre adesso li hanno incasinati per benino
E potrei fare molti altri esempi…

Come potete notare da questa ULTIMA IDIOZIA DEL FISCO
vengono colpiti anche e soprattutto i “piccoli” che spesso non hanno nemmeno un commercialista che li aiuti a gestire ed eventualmente recuperare il 20% di Ritenuta…t’è capì?
Invece i “Grossi” se ne impippano…
Chi ha una casetta in Francia comprata con i sudati risparmi e prende un affitto girato sul suo c/c italiano….cazzi suoi! Deve smazzarsi ‘sta rottura …
Invece il miliardario che ha 3 palazzine a Parigi, a parte il fatto che ha il suo fiscalista di fiducia a disposizione, prende gli affitti estero su estero, ha il conto in Lussemburgo e ed usa 5 carte di credito…
Vogliamo allora dire che questa legge sarebbe anti-reciclaggio? Immagino come la Mafia si trovi in difficoltà dopo questa ultima furbata…;-) vero?
Non a caso dagli USA (e da tutto il Mondo…) ci prendono giustamente per il CULO…
Vedi il titolo azzeccatissimo di Zero Hedge:
“Money Launderer Until Proven Innocent” – Italy Imposes 20% Tax Withholding On All Inbound Money Transfers

Aggiungo infine che, come sempre, sulle puttanate del Fisco italiota di uno Stato Falito…I DUBBI E LE INTERPRETAZIONI SI SPRECANO.
Ergo, con la solita INCERTEZZA TOTALE (ricordate il balletto dell’IMU?)
si aggiunge danno al danno
e si CONGELA preventivamente tutta un’economia…già in recessione nera…
E pensate AL TEMPO CHE TUTTI STIAMO PERDENDO!
Ma a LORO che gliene fotte? Tanto loro di tempo ne hanno fin troppo….
 
Vabbè….vado a prendere un po’ d’aria…
possibilmente fuori da questa sempre più MEFITICA PALUDE ITALIANA….
Vi lascio agli interessanti Post di Mercato Libero
e ad alcune interessanti riflessioni dal Forum di Rischio Calcolato…

1) TASSAZIONE 20% BONIFICI DALL’ESTERO : I CASI DISPERATI DI ASTE ON LINE, COMMERCIO ON LINE…PAY PAL E LE CARTE RICARICABILI.
2) TASSA DEL 20% SUI BONIFICI DALL’ESTERO ! L’AUTOCERTIFICAZIONE E’ MOLTO SEMPLICE..DENUNCIATE LE BANCHE CHE LA RIFIUTANO!
3) AUTOCERTIFICAZIONE PER I BONIFICI ALL’ESTERO: DENUCIAMO LE BANCHE E I BANCARI: BANCA INTESA FILIALE DI TREVIGLIO – SIGNORA CINZIA TORELLI!
4) E CON 50 GIORNI DI RITARDO LA RETE E I GIORNALI PARLANO DELLA RITENUTA SUI BONIFICI DALL’ESTERO

——————————————–

Di fatto è una tassazione alla sorgente, se mi applicano un 20% (che aliquota sarebbe po? iva? irpef?) e poi io porto la seguente trattenuta al mio commercialista.. quello deve scalare il 20% dalla base imponibile. in pratica lo stato ti fa da sostituto d’imposta. e quando lo allargheranno a tutti i bonifici interni ITALIA.-ITALIA? quindi se muovo 10000€ avanti e indietro in 5 operazioni ho gia pagato le tasse… e se ho delle detrazioni fiscali? (65% efficienza energetica) e se vado in CREDITO di TASSE? si e poi quando li rivedo? ci pago le multe del comune? l’imu? il parcometro? 
a quando una carta di credito statale?
allora mi apro un conto estero e opero solo da la. faccio prima.

Stamattina ho riletto tre volte l’articolo del Sole, non ci potevo credere. Vi immaginate l’applicazione pratica di questa minchiata galattica? “Sì, signor funzionario della banca X, mi è arrivato un bonifico di 3000 euri da Klagenfurt, sì lo so che il nome dell’emittente sembra quello di una bagascia ucraina, vede il fatto è che E’ una bagascia ucraina, vede è una storia lunga, ora le spiego…”.
Mi sembra di sognare.
Ovviamente la conseguenza pratica è: aprire tutti un conto all’estero, ci vuole mezz’ora.
La cosa sconcertante è che allora tutta questa campagna anti evasori a suon di megacomputer (Serpico…. salvo se altri) per cui “tremate evasori” allora altro non è che l’ennesima pagliacciata…..?!?! Per cui è palese che la pubblica amm.ne non ha alcun controllo sui flussi bancari se deve ricorrere ad espedienti del genere quali tassarli tutti a prescindere. Ma dico io: se uno intende costituire dei fondi neri all’estero o non pagare le tasse sugli interessi derivanti da questi fondi al fisco italiano secondo voi, !!! C…O !!! , fa avanti e indietro di denaro attraverso bonifici su banche italiane ? E’ ovvio che gli obiettivi sono altri. Non c’è verso è proprio solamente un’altro tentativo per far cassa in tutti i modi.
Per il resto ieri mattina ho chiamato ING e un’ operatrice del call center molto gentile mi ha detto che loro sono perfettamente a conoscenza della cosa, che hanno già pronta una bozza di autocertificazione la quale sarà messa a breve sul portale della banca. Mi ha detto comunque di richiamare lunedì, qualora volessi anticipare i tempi, per chiedere al loro back office se è possibile farsi anticipare per email la bozza del documento. Operando da privato su Ebay ho ricevuto proprio la settimana scorsa un bonifico da un inserzionista tedesco che quindi subirà la tassazione. Porca puttana, scusate…Per quanto riguarda Pay Pal i trasferimenti di denaro verso il c/c di qualsiasi banca italiana sono annotati sull’estratto conto come BONIFICO DA ESTERO quindi non c’è scampo. Per di più è lecito ritenere che anche il trasferimento su una carta di debito quale appunto la Pay Pal Card, emessa da una società italiana e dotata di un proprio codice IBAN sarà con ogni probabilità sottoposto al balzello.


come sempre sulle puttanate del fisco italiota di uno stato falito I DUBBI E LE INTERPRETAZIONI SI SPRECANO
per es. Sembrerebbe che i bonifici provenienti da area Euro circuito SEPA siano esenti!!
Ma non viola le leggi europee? E poi Se ricevo un bonifico estero da zona europea, quindi un bonifico sepa, figura bonifico estero? Ormai anche i bonifici nazionali son bonifici sepa..  
Ergo, con la solita incertezza totale (ricordate il balletto dell’IMU?) CONGELI preventivamente tutta un’economia…già in recessione nera….

 

.

Commenta l’articolo su Il Grande Bluff

.