E Colpo di Stato fu…(più o meno…)

Silvio Berlusconi Carlo de Benedetti Mario Monti Giorgio Napolitano Romano Prodi
Silvio Berlusconi Carlo de Benedetti Mario Monti Giorgio Napolitano Romano Prodi
“… è sempre più evidente come ci fu un certo qual disegno telecomandato
dietro alla salita a razzo dello spread che portò alle dimissioni del Berlu a Novembre 2011…”
(continua a leggere più sotto)

________________________________________________________________________________________________________

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’Autore, Stefano Bassi – che ringraziamo – e non
necessariamente rappresenta l’opinione di Zen-Trader.com. Siamo lieti di ospitare i contenuti dei
migliori Bloggers di Finanza ed Economia. A presto con nuovi, interessanti articoli!
________________________________________________________________________________________________________

AGGIORNAMENTO DELLE 22.15
I veri EVERSORI sono già NUOVAMENTE in manovra…;-)
L’incontro a sorpresa fra Matteo Renzi e Giorgio Napolitano

.


«Alice: Per quanto tempo è per sempre? Coniglio bianco: A volte, solo un secondo».

E Colpo di Stato fu…..più o meno….;-)
Non è che con questo post io voglia difendere uno come Berlusconi, ci mancherebbe !…
Però ormai è sempre più evidente come ci fu un certo qual disegno telecomandato
dietro alla salita a razzo dello spread che portò alle dimissioni del Berlu a Novembre 2011…
Al di là dei “libri-petardo” di uno come Friedman…
ormai sempre più PEZZI DEL PUZZLE stanno andando al loro posto….e contribuiscono a chiarirci IL DISEGNO sottostante.

Ecco come ce la racconta Dagospia
ovvero la seconda fonte italiana che faccia ancora un minimo d’INFORMAZIONE
dopo al Fatto Quotidiano
(come vedete sono bipartisan …visto che sono due fonti molto diverse…)

…..quei colloqui avuti nell’estate del 2011 con Mario Monti, colloqui confermati prima da Monti stesso e ora anche dal presidente Napolitano…….
1. ALTRO CHE SPREAD! IN BARBA ALLA DEMOCRAZIA, BEN CINQUE MESI PRIMA DELLA CADUTA DEL GOVERNO BERLUSCONI (NOVEMBRE 2011), NAPOLITANO FECE LA PRIMA TELEFONATA A MONTI DICENDOGLI CHE AVREBBE FATTO IL PREMIER AL POSTO DELL’IMPRESENTABILE CAINANO
2. NEL LIBRO “AMMAZZIAMO IL GATTOPARDO” DI ALAN FRIEDMAN IN USCITA DA RIZZOLI, INTERVIENE ANCHE LA TESTIMONIANZA DI CARLO DE BENEDETTI: IN QUELL’ESTATE DEL 2011 MONTI, IN VACANZA VICINO CASA SUA A ST. MORITZ, È ANDATO A CHIEDERGLI UN CONSIGLIO, SE ACCETTARE O MENO LA PROPOSTA DI NAPOLITANO SULLA SUA DISPONIBILITÀ A SOSTITUIRE BERLUSCONI A PALAZZO CHIGI, IN CASO FOSSE STATO NECESSARIO –
3. ANCORA PEGGIO CON L’INTERVENTO DI ROMANO PRODI CHE RICORDA UNA LUNGA CONVERSAZIONE CON MONTI SULLO STESSO TEMA, BEN DUE MESI PRIMA, A GIUGNO 2011 –
4. A QUESTO PUNTO, IMMAGINATE COSA POTRA’ INVENTARSI IL BANANA CONTRO RE GIORGIO

1. DAGOREPORT – GLI OTTIMATI E LA CADUTA DEL BANANA
Re Giorgio, nell’estate del 2011 e con almeno quattro mesi d’anticipo sulla caduta di Berlusconi, “aveva già fatto tutte le consultazioni preliminari”. Nell’ultimo libro di Alan Friedman c’è una ricostruzione precisa di come il Rigor Montis venne preparato con cura da Bella Napoli.

napolitano trono E a leggere le anticipazioni pubblicate oggi dal Corriere (pp. 8-9), dove sono contenute anche le testimonianze dirette di Carlo De Benedetti e Romano Prodi, si capisce anche il perché del vasto consenso mediatico che ha accompagnato gran parte della incredibile avventura del governo dell’austerità.
Un governo nel corso del quale i grandi investitori esteri sono riusciti a ridurre drasticamente la propria esposizione al “rischio Italia”, mentre il popolo veniva stordito con la storia dello spread e ulteriormente gravato di tasse e fregature pensionistiche.
Tra il tempo della decisione di Re Giorgio e la formale resa del Cavaliere, sono passati solo i mesi necessari a preparare la garrota dello spread. La democrazia conosce sempre nuove declinazioni….
CONTINUA

Non a caso già Bini Smaghi iniziò a scoprire i magheggi che furono messi in atto per rendere l’Italia più malleabile alla “CURA LETALE” (citando Seminerio…) della Troika…
vedi il mio post di settembre 2013

Bomba! Berlusconi fu fatto fuori perchè stava per proporre uscita dell’Italia dall’euro
Bomba!
Berlusconi fu fatto fuori perchè stava per proporre uscita dell’Italia dall’euro….
E non lo dice il Giornale dopo aver ricevuto dal Berlu una valigetta piena di soldi-extra….;-)
Lo dice Bini Smaghi (ex-BCE) via Telegraph….
Vedi qui: Bini Smaghi: Berlusconi Considerò l’Idea di Fare Uscire l’Italia dall’Euro (e fu fatto fuori)

Non a caso pare che il GOMBLODDONE sia ancora peggiore del previsto…
Altro che qualche mesetto prima della caduta di B. del Novembre 2011…!
Pare che le trattative fossero già iniziate nel lontano 2010….

Napolitano-Monti, le trattative dal 2010
Il nome del Prof era cominciato a circolare già nel 2010. 

Altro che estate 2011. 
Il nome di Mario Monti a capo di un governo di salvezza nazionale era iniziato a circolare molto prima tra i palazzi romani. Per la precisione nel dicembre 2010, a ridosso del voto di fiducia che doveva mettere al tappeto il governo Berlusconi. ….

Lungi da me voler difendere uno come il Berlu che ho sempre odiato e disprezzato
MA SONO ABBASTANZA LUCIDO ED EQUILIBRATO DA NON CONFONDERE I PIANI DI RAGIONAMENTO….
Dunque avrei voluto veder CADERE Berlusconi per ben altre cause che per una specie di Gombloddo
che so io….per esempio per caduta netta del consenso elettorale nel caso in cui gli Italioti si fossero finalmente svegliati ed avessero capito che il B. era un inutile e pericoloso banfone…

INVECE….
risulta sempre più evidente come ci sia stata una notevole ingerenza negli “affari italiani”, attraverso una convergenza tra la Troika, la Germania ed alcune nostre Istituzioni/Forze Politiche…
Berlusconi non era di certo un Santo ma era SCOMODO e poco affidabile per i piani della BCE e dell’Eurozona, dunque andava sostituito con QUALCUNO più affidabile/malleabile che applicasse all’Italia la GREEK WAY in modo fermo e “spietato”….
I Mercati non è che furono complici…non è che tu telefoni e fai salire lo spread…
Diciamo che prima i Mercati scommisero CONTRO l’Italia
perchè Berlusconi ERA INAFFIDABILE ed era in grado di fare qualunque colpo di testa,
anche di mettere in discussione l’euro o di minacciare un default (parziale) sui ns. titoli di Stato
…e mica per il Bene di Patria…
ma magari solo per difendersi da UN PROCESSO per un trenino con 5 ragazzine minorenni nipoti di Mubarak…
Come dare torto ai mercati?….;-)
e dunque giù mazzate sullo spread
Poi i Mercati si sono girati al RIALZO sull’Italia, perchè hanno sniffato lo scampato pericolo sui ns. assets finanziari (almeno per ora)…tanto garantiamo NOI a suon di SPREMUTE, come vi ho già spiegato più e più volte.

Insomma, una brutta Storia…
soprattutto perchè MAI PIU’ avrei pensato di trovarmi, anche solo indirettamente ed incidentalmente, a dover “difendere” uno come Silviuccio…
e soprattutto perchè alle Balle del Berlusconi
si sono sostituite altre Balle più euro-condivise e più MARKET FRIENDLY
prima di Monti e poi di Letta (con la benedizione del grande burattinaio Napolitano)…
Se volete vedere riassunti in un grafico i mitici risultati di tutto questo
non sullo Spread o sui BTP o sul FTSE MIB
ma sull’economia reale e sulla ns. pellaccia ecco qui from Scenarieconomici.it
Analisi Esclusiva: di Monti il peggior governo della 2 Repubblica, e Letta a ruota (Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi)
(segui link per leggere l’analisi completa)

CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE

E naturalmente il “COCCO DI PAPA’-NAPO”
frutto del 2° Colpo di Stato Soft…della PRIMA VOLTA di un 2°Mandato ad un Presidente della Repubblica,
spacciato come tutta-democrazia&bene di patria….
fa subito una bella alzata di scudi….
Nota: Vi ricordo come anche il BERLU s’inciuciò per ri-votare Napo Presidente…chissà come mai?…;-)

Caso Monti, Enrico Letta: “Su Napolitano vergognoso tentativo mistificazione” 
ROMA – A difendere Giorgio Napolitano ci pensa il premier Enrico Letta, secondo il quale è in atto un “vergognoso tentativo di mistificazione”, nei confronti del capo dello Stato. E sottolinea: “Il Quirinale si attivò con efficacia per salvare il Paese”. “A questi attacchi – ammonisce Letta – bisogna reagire con fermezza.

E Re Giorgio che altro poteva fare se non negare tutto?

Napolitano: «Nessun complotto contro Berlusconi»
Il capo dello Stato respinge le critiche di Forza Italia: «Solo fumo». 

Comunque è stato servito un ottimo assist 
per la procedura d’impeachment voluta da M5S…
e tutti che li prendevano come sempre per pazzi…;-)

Napolitano è un vecchio smanettone non tanto da 1° Repubblica…ma da ancora prima…;-)
Uno dei peggiori Presidenti della storia repubblicana…
Prima ce ne libereremo
prima avremo anche solo 1 possibilità in più di cambiare qualcosa…

spero in MEGLIO….;-)

Come scrivevo ieri su Facebook, mettendo il Link ad un bellissimo video
Dimenticando Napolitano…Ricordando PERTINI…
Ciao Sandro…

.

Commenta l’articolo su Il Grande Bluff

.