Quali Banche Italiane Rimarranno col Cerino in Mano

MPS Monte dei Paschi di Siena: l'ingresso di Rocca Salimbeni. Monte Paschi perde il 13%, la BCE non ha concesso la proroga richiesta per la ricapitalizzazione.
MPS Monte dei Paschi di Siena: l'ingresso di Rocca Salimbeni.
Dunque Banco Popolare ha aperto le danze e annunciato un MEGA aumento di capitale da 1,5 miliardi per riequilibrare la sua situazione patrimoniale piegata da crediti in sofferenza (principalmente)

(continua a leggere più sotto)
________________________________________________________________________________________________________

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’Autore, FunnyKing – che ringraziamo – e non
necessariamente rappresenta l’opinione di Zen-Trader.com. Siamo lieti di ospitare i contenuti dei
migliori Bloggers di Finanza ed Economia. A presto con nuovi, interessanti articoli!
________________________________________________________________________________________________________

ScreenHunter 01 Jan. 27 11.59 Quali Banche Italiane Rimarranno col Cerino in Mano

Dunque Banco Popolare ha aperto le danze e annunciato un MEGA aumento di capitale da 1,5 miliardi per riequilibrare la sua situazione patrimoniale piegata da crediti in sofferenza (principalmente)

Tutto il mercato ha reagito male perché è evidente che il Banco è solo il primo di una lunga serie, ed anzi, Banco Popolare ha fatto bene ad anticipare tutti perché via via, che verrano chiesti capitali al mercato, ce ne saranno meno per chi è rimasto indietro. E mi riferisco in particolare a due situazioni critiche rimaste indietro anche a
causa della titubanza degli azionisti di controllo:

  • Banco Mps controllato dalla fondazione MPS
  • Banca Carige controllata dalla fondazione Carige

Entrambe le banche hanno situazioni patrimoniali problematiche (per usare un eufemismo) ma sono bloccate per
il fatto che le rispettive fondazioni a nomina politica NON hanno abbastanza soldi per effettuare un aumento di capitale senza vedersi diluite nel controllo.

E ogni giorno che passa la voragine nel patrimonio aumenta. Peraltro nel caso di Carige, la Consob ha evidenziato anomalie contabile che potrebbero portare ad aggiustamenti in negativo per oltre 600 milioni di euro.

Il calo si oggi comunque va letto come una buona notizia, nel senso della partenza della necessaria ricapitalizzazione per tornare ad avere un sistema bancario sano e in grado di tornare a fare prestiti.

Però… qualcuno potrebbe rimanere col cerino in mano, Carige e Monte dei Paschi quotano già vicini ai minimi di sempre, e…. non hanno ancora deciso il LORO aumento di capitale.

Buona fortuna, e occhio alla vostra banca.

(ma che ve lo dico a fare)

.

Commenta l’articolo su Rischio Calcolato

.