Il Cetriolo Globale (scientific version)

Il Cetriolo Globale della Globalizzazione - (C) Il Grande Bluff - www.IlGrandeBluff.info
Il Cetriolo Globale della Globalizzazione - (C) Il Grande Bluff - www.IlGrandeBluff.info

Io lo predico dal 2006…che stavamo per entrare nella “fase 3” della globalizzazione…

quella che non ci sarebbe piaciuta…;-)
…Mentre nella fase 1 e 2 godevamo solo dei vantaggi e nessuno si faceva problemi se inkulavamo mezzo Mondo…vero?
Solo adesso che ci tocca direttamente…ci stracciamo le vesti…;-)

Mi ricordo che lo dissi ad una riunione privata con Ernesto Olivero del Sermig: rimasero colpiti…
Poi come sempre non se ne fece nulla
visto che è una TENDENZA INARRESTABILE…
con le maggiori lobbies del Mondo che se la godono come ricci e guadagnano come non mai….
e che, allo stesso tempo, sono anche i principali finanziatori dei Politici di mezzo Mondo….;-)

Io ci arrivai senza tabelle e grafici
ma solo con la deduzione, la logica, l’esperienza ed un po’ di spirito pragmatico
Vedi “le mie antiche profezie” (capite perchè è vostro interesse sostenere attivamente  l’informazione indipendente?…)
dal mio ormai classico: Ci stanno sostituendo (od almeno ci stanno provando)
ai miei IMPERDIBILI post

etc etc
La Globalizzazione sarebbe un gran bel “mezzo”
se venisse attuata in modo equo e maggiormente “distributivo” come spiegavo nei miei post
e non solo in modo rapace ed a vantaggio dell’1% vs. il 99%…

Comunque…alla fine della fiera…
ecco QUI anche una bella versione DOTTA&SCIENTIFICA (anche se la zuppa non cambia…)
che bene illustra………

il VERO VOLTO della fase 3 della Globalizzazione
quel volto che nessuno dell’informazione mainstream mai vi mostrerà…
visto che lì vige il PENSIERO UNICO dettato dalle lobbies dominanti.
da Scenarieconomici.it
.
La globalizzazione ci è stata presentata come una grande opportunità da sfruttare e mai nessuno ci ha detto che avremmo dovuto competere con mondi distanti anni luce dai nostri, mettendo in competizione i nostri salari occidentali che ci permettevano una vita piuttosto spensierata, con quelli della poverissima Cina.

In questa tabella mettiamo in luce l’enorme differenza di PIL medio procapite in dollari USA tra i Paesi avanzati e la Cina nell’arco di 30 anni:

Questi freddi numeri dicono molto di più di un intero testo di macroeconomia. 
Coloro i quali hanno pensato alla globalizzazione l’hanno fatto solo per il proprio tornaconto: MASSIMIZZAZIONE dei PROFITTI e MINIMIZZAZIONE dei COSTI.

Un dato emerge fortissimo: l’incremento irrisorio di PIL procapite dei paesi europei presi in esame tra il 1990 ed il 2000, aumentato mediamente del 3,9% in DIECI anni, ovvero dello 0,39% annuo.
Di converso, il PIL procapite cinese faceva un balzo in avanti pazzesco: in dieci anni aumentava del 167%, moltiplicandosi quasi per TRE e mettendo a segno un MOSTRUOSO +16,7% medio annuo. Gli USA nello stesso periodo facevano un +53,5% e il Giappone +48%.

Continua a leggere e commenta l’articolo su Il Grande Bluff

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’Autore – che ringraziamo – e non necessariamente rappresenta l’opinione di Zen-Trader.com. Siamo lieti di ospitare i contenuti dei migliori Bloggers di Finanza ed Economia.
.
.